MeteoMurge.it

Template Joomla scaricato da Joomlashow

  • PDF

Gelo e neve in arrivo

  • Domenica 25 Febbraio 2018 09:41
  • Ultimo aggiornamento Venerdì 22 Giugno 2018 15:03
  • Scritto da Graziano Patruno

Salve a tutti, negli ultmi tempi si è molto sentito parlare dello stratwarming e della possibilità che portasse ad una intensa ondata di gelo sell'Europa. Partiamo dicendo cos'è lo stratwarming, lo stratwarming è un riscaldamento repentino della stratosfera (fino a 60°C in pochi giorni) che nei casi più importanti (come quello avvenuto qualche giorno fa) riesce a separare i lobi del vortice polare (split) portando a possibili ondate di gelo sull'emisfero settentrionale. Ed ecco avverarsi la possibilità di una fase di gelo e neve sull'Europa a partire da oggi con neve e gelo sopratutto su Europa centro-settentrionale con Francia, Germania, Regno Unito, Scandinavia e Italia settentrionale in prima linea. Anche il resto dell'Italia sarà interessata da una fase di neve e gelo, ma in toni leggermente minori almeno per quanto riguarda le temperature, ma passiamo ad analizzare le mappe.

Questa volta al posto delle classiche GFS (molto instabili in questa occasione) andremo ad analizzare le ICON (ex DWD) che in questo episodio si sono dimostrate molto stabili.

 

Iniziamo con l'analizzare la situazione prevista per domani a 500hPa:

da questa immagine possiamo vedere come il nucleo gelido abbia ormai abbordato il centro-nord Italia pilotato dall'alta presisione in risalita fin verso il Polo con nevicate specie sui settori adriatici.

Passiamo alla situazione prevista a 850hPa:

 

come possiamo vedere il gelo ha ormai investito tutta l'Europa compresa l'Italia centro-settentrionale con punte di -13°C a 1350mt circa. Analizzando la situazione più nel dettaglio sulle nostre due regioni le tempoerature a 1350mt si attesteranno sui -5 -7°C ad esclusione del Salento dove il freddo arriverà in serata. Neve in pianura su Puglia settentrionale e Basilicata, oltre i 100-200mt su Puglia centrale. 

Passiamo alla giornta più fredda di questa ondata di gelo e cioè Martedì:

nucleo gelido che lambisce tutto l'adriatico con nevicate diffuse anche per effetto stau sulle regioni esposte in particolar modo su Marche, Abruzzo e Molise fin sulle coste. Neve anche sulla Puglia.

Passiamo alla situazione prevista a 850hPa:

fino a -10°C a 1350mt previsti sulla Puglia settentrionale -8 -9°C su Puglia centrale e Basilicata -6 -7°C sul Salento con neve lungo le coste fino alla Puglia centrale, in pianura sul Salento. Esclusa dal gelo la Sicilia con neve oltre i 1000-1200mt.

Situazione invariata per mercoledì con leggero rialzo termico, giovedì probabilità molto alta di avere un richiamo sub tropicale con forte aumento termico sul centro-sud con neve da addolcimento al nord Italia dovuto all'aggancio del nucleo gelido da parte di una depressione atlantica. Ecco le immagini a supporto di tale tesi.

situazione a 500hPa:

possiamo vedere come il nucleo gelido venga agganciato dalla depressione presente in Atlantico con conseguente richiamo caldo al centro-sud.

Situazione a 850hPa:

possiamo vedere come si passi dai -9°C a circa 0 -1°C nel giro di 12 ore, al nord persiste la -10°C con neve cospiosa specie al nordovest. La sera aumento termico su tutta l'Italia.

Concludiamo dicendo che crediamo a possibili ulteriori azioni fredde anche di una certa importanza nel corso del mese di Marzo che potrebbe risultare un mese invernale a tutti gli effetti, ma ci torneremo in seguito.

In serata ulteriori aggiornamenti dettagliati solo su Puglia e Basilicata.

Graziano Patruno

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

I cookies ci aiutano a migliorare i servizi offerti. Proseguendo la navigazioni acconsenti all'utilizzo di cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information